San Domenico dei Serpari


  • 499
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Descrizione

La festa di San Domenico ha origini antiche e si ricollega al culto pagano di venerazione della Dea Angizia, protettrice dei veleni, tra cui quello del serpente.
Quando il Santo regalò alla popolazione di Cocullo il proprio dente, l'allusione al dente avvelenato dei serpenti fece nascere l'idea di unire la celebrazione del Santo con quella dei serpenti. I preparativi per la festa cominciano già da un mese prima quando i serpari vanno a catturare i serpenti nelle campagne. Il giorno prima della festa vengono registrati e successivamente chiusi in sacchi di cotone fino al giorno della processione.
Sia i ragazzi che gli anziani, cocullesi e turisti, nei giorni di festa si divertono a prendere in mano i serpenti, senza alcun timore.
Foto scattate con fotocamera Canon Eos 6D, obiettivi Canon 24-105 mm. e 90-300 mm.

Ti potrebbero Piacere

Commenti

Effettua il Login o Registrati per commentare

NOVITA'!

Acquista Online
ACQUISTA ONLINE

Autore

Rivista

Abbonati

Dettagli

Caricato
 
Data Scatto
 2017/05/01
Genere
 Non specificato
Luogo Scatto
 Cocullo, AQ, Italia

Condividi la Foto

EXIF Data

Fotocamera
Obiettivo
 Non specificato
Focale
 Non specificato
Esposizione
 Non specificato
Misurazione
 Non specificato
Tempo
 Non specificato
Diaframma
 Non specificato
Sensibilita
 Non specificato
Flash
 Non specificato
Bilanciamento
 Auto

Foto Tags

Foto Preferita

Foto Likes