Tra leggenda e realtà


  • 414
  • 0
  • 1
  • 0
  • 0

Descrizione

Si racconta, infatti, che una splendida e giovane fanciulla, di nome Acqua, sfuggisse alle pressioni paterne e si rifugiasse proprio su questa spiaggia per un tuffo e un po’ di pace. Un giorno, però, si spinse troppo al largo e un giovane pescatore procidano la salvò tra le onde.

Da quel giorno, il ragazzo attraccava con la sua barchetta proprio lì, a due passi dalla spiaggia, per poter vedere la fanciulla. A un certo punto, però, Giosuè non tornò sulla terraferma. Secondo alcuni, perse la vita in una tempesta. Acqua non riuscì a sopportare il dolore e si uccise, gettandosi in mare, nella speranza di ricongiungersi al suo amore.

Il suo corpo, dicono, non fu mai trovato. Da allora, la spiaggia si chiama proprio così: “Acqua morta”.

Ti potrebbero Piacere

Commenti

Effettua il Login o Registrati per commentare

NOVITA'!

Acquista Online
ACQUISTA ONLINE

Autore

Rivista

Abbonati

Dettagli

Caricato
 
Data Scatto
 2016:12:17 10:14:03
Genere
 people
Luogo Scatto
 Via Acquamorta, Monte di Procida, NA, Italia

Condividi la Foto

EXIF Data

Fotocamera
Obiettivo
 f/20.0
Focale
 18.0 mm
Esposizione
 1/50 sec.
Misurazione
 8.64 EV
Tempo
 800
Diaframma
 20
Sensibilita
 auto
Flash
 flash did not fire
Bilanciamento
 auto

Foto Tags

Foto Preferita

Foto Likes