Ritrovata in mare fotocamera del 2015: stupore nello scoprire che era ancora carica

Siamo a Taiwan quando un gruppo di studenti impegnato nella raccolta della immondizia su una spiaggia, ha trovato una macchina fotografica racchiusa in una custodia impermeabile ricoperta di alghe.

Gli studenti e il loro professore Park Lee non hanno resistito alla curiosità e hanno aperto la custodia, nonostante le condizioni non lasciassero presagire che all’interno potesse esserci un apparecchio elettronico ancora funzionante: con grande stupore di grandi e piccini, invece, all’interno hanno rinvenuto una fotocamera ancora funzionante e carica.

Le ultime foto scattate risalivano al settembre 2015 e gli studenti hanno deciso di iniziare una “caccia al proprietario“: il Professore Lee ha messo su Facebook alcune delle foto contenute all’interno della macchina, in un post scritto in giapponese e cinese.

Grazie alla caparbietà del Professore Lee e dei suoi studenti, il post è stato condiviso più di 12mila volte e in un giorno la proprietaria della fotocamera si è riconosciuta nelle foto: si chiama Serina Tsubakihara: la fotocamera le era caduta durante un’immersione.