Sony World Photography Awards 2018: i nomi dei vincitori

Durante la cerimonia di premiazione ufficiale a Londra, la World Photography Organisation ha reso noti i nomi dei vincitori assoluti dei prestigiosi Sony World Photography Awards 2018. 

L’ambito titolo di Photographer of the Year è andato all’artista britannica Alys Tomlinson per la serie Ex-Voto, insieme a un premio in denaro di 25.000 dollari. Il lavoro è stato elogiato dalla giuria per la splendida produzione, l’eccellenza tecnica e la toccante rappresentazione del pellegrinaggio come percorso di scoperta e sacrificio a un potere superiore.
Tomlinson è stata selezionata tra i primi classificati delle 10 categorie del concorso Professionisti, annunciati oggi insieme ai secondi e terzi posti di ciascuna categoria e ai vincitori assoluti dei concorsi Open (migliore immagine singola), Giovani e Student Focus

Tutti i vincitori sono stati invitati alla cerimonia di premiazione a Londra, si sono aggiudicati un set di apparecchiature fotografiche di Sony e la pubblicazione nel catalogo della mostra di quest’anno e le loro opere saranno esposte nell’ambito della mostra dei Sony World Photography Awards 2018 presso la Somerset House di Londra. 

Promossi dalla World Photography Organisation, i Sony World Photography Awards sono il concorso fotografico più eterogeneo al mondo. L’11a edizione ha battuto ogni record con le sue 320.000 candidature, presentate da fotografi originari di oltre 200 paesi e territori: il risultato è una bellissima panoramica delle migliori opere contemporanee realizzate negli ultimi 12 mesi. La mostra annuale degli Awards allestita a Londra è un compendio di talenti nuovi o già noti, provenienti da ogni parte del mondo, e offre ai fotografi vincitori e ai finalisti l’opportunità di mostrare le loro opere su un palcoscenico internazionale. 

Photographer of the Year – Alys Tomlinson, Regno Unito 

Ex-Voto è un progetto personale della fotografa londinese Tomlinson (43 anni). Il corpus di opere è formato da ritratti formali, paesaggi in grande formato e piccoli dettagli degli “ex voto” (oggetti offerti per devozione religiosa) lasciati dai fedeli in luoghi di pellegrinaggio come Lourdes (Francia), Ballyvourney (Irlanda) e Grabarka (Polonia).  In questa serie, l’artista esplora principalmente i temi dell’ambiente, dell’appartenenza e dell’identità. Tomlinson ha appena conseguito un master in Anthropology of Travel, Tourism and Pilgrimage con il massimo dei voti e ha già ricevuto numerosi riconoscimenti in ambito fotografico. 

Open Photographer of the Year – Veselin Atanasov, Bulgaria 

Scelto tra i vincitori delle 10 categorie Open, Early Autumn è risultato il miglior scatto singolo a livello globale ed è valso al suo autore un premio di 5.000 dollari. Tecnico informatico, Atanasov è un fotografo autodidatta, che si è accostato a questa disciplina nel 2014. L’immagine selezionata immortala l’autunno nel Parco nazionale dei Balcani Centrali. 

Sony World Photography Awards 2018: vincitori e finalisti delle categorie Professionisti 

Dai reportage approfonditi di eventi culturali e politici internazionali alle meraviglie della natura, le serie di fotografie elencate di seguito sono state ritenute le migliori al mondo dalla giuria dei Sony World Photography Award. 

Architettura: Gianmaria Gava, Italia, Buildings 

2° posto Edgar Martins, Portogallo / 3° posto Corentin Fohlen, Francia 

Storia contemporanea: Fredrik Lerneryd, Svezia, Slum Ballet 

2° posto Margaret Mitchell, Regno Unito / 3° posto Alfio Tommasini, Svizzera 

Fotografia creativa: Florian Ruiz, Francia, The White Contamination 

2° posto Patricia Kühfuss, Germania / 3° posto Eduardo Castaldo, Italia 

Attualità: Mohd Samsul Mohd Said, Malesia, Life Inside the Refugee Camp 

2° posto Luis Henry Agudelo Cano, Colombia / 3° posto Rasmus Flindt Pedersen, Danimarca 

Scoperta: Alys Tomlinson, Regno Unito, Ex-Voto 

2° posto Antonio Gibotta, Italia / 3° posto Maria Petrenko, Ucraina 

Paesaggio: Luca Locatelli, Italia, White Gold 

2° posto Rohan Reilly, Irlanda / 3° posto Tomasz Padlo, Polonia 

Natura e animali selvatici: Roselena Ramistella, Italia, Deep Land 

2° posto Mitch Dobrowner, America/ 3° posto Wiebke Haas, Germania 

Ritratto: Tom Oldham, Regno Unito, The Last of the Crooners 

2° posto Anush Babajanyan, Armenia / 3° posto Andrew Quilty, Australia 

Sport: Balazs Gardi, Ungheria, Buzkashi 

2° posto Behnam Sahvi, Iran / 3° posto Matteo Armellini, Italia 

Natura morta: Edgar Martins, Portogallo, Siloquies and Soliloquies on Death, Life and Other Interludes 

2° posto Tristan Spinski, America / 3° posto Werner Anderson, Norvegia 

Sony World Photography Awards 2018: vincitori e finalisti delle altre categorie

Photographer of the Year categoria Giovani – Megan Johnson, Stati Uniti, 16 anni 

Aperto ai giovani fotografi tra i 12 e i 19 anni, il concorso Giovani è stato vinto da Megan Johnson con l’immagine Still. Scattata sulle scogliere vicino a casa, in Connecticut, la foto in bianco e nero dà voce alla complessa e intricata solitudine che il fotografo deve affrontare nella vita quotidiana. 

Photographer of the Year categoria Student Focus– Samuel Bolduc, Canada, 20 anni 

Bolduc è stato scelto dai giurati tra gli studenti di tutto il mondo per la serie di foto The Burden. L’opera illustra alla perfezione il peso dei rifiuti in plastica sull’ambiente e pone l’accento sull’emergenza inquinamento e sulla necessità di trovare una soluzione al più presto. Bolduc rappresenta il College de Matane, in Quebec, che grazie alla sua vittoria ha ottenuto un set di apparecchiature fotografiche di Sony del valore di 30.000 euro. 

Outstanding Contribution to Photography – Candida Höfer 

Annoverata tra i fotografi contemporanei più all’avanguardia, l’artista tedesca Candida Höfer è nota per l’estrema precisione tecnica e metodologica. I suoi impressionanti scatti di interni vuoti e sconfinati fanno parte delle collezioni internazionali e questa onorificenza speciale degli Award vuole riconoscere il contributo significativo dato all’arte.