Sulle tracce dei Ghiacciai: alla ricerca del passato per un futuro sostenibile

Si è inaugurata oggi la mostra fotografica “Sulle tracce dei ghiacciai”, nell’ambito della XIII edizione del National Geographic Festival delle Scienze: dal 18 al 22 aprile a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, verranno esposti in circa 30 confronti fotografici, i risultati delle prime quattro spedizioni del progetto fotografico – scientifico “Sulle tracce dei ghiacciai”, tenutesi rispettivamente nelle catene montuose del Karakorum, del Caucaso, dell’Alaska e delle Ande.

Fabiano Ventura, fotografo paesaggista e ideatore del progetto, ha ripercorso, insieme ad un team di ricercatori, le tracce dei primi fotografi – esploratori di fine ‘800 e primi del ‘900, per effettuare nuove fotografie ritratte dall’esatto punto geografico e nello stesso periodo dell’anno di quelle del passato e per svolgere misurazioni scientifiche sul campo. L’esposizione offre un confronto a più di cento anni di distanza tra fotografie storiche e moderne dei ghiacciai, sensibili e importanti indicatori dei cambiamenti climatici in atto sul nostro pianeta: affiancate alle immagini moderne, realizzate con macchine di grande formato in pellicola fino al 4×5 pollici, sono esposte quelle storiche in bianco e nero dovutamente restaurate.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche dei cambiamenti climatici. Il forte potere di comunicazione dei confronti fotografici unito ai risultati della ricerca scientifica vuole contribuire a sviluppare una maggiore consapevolezza dell’impatto delle attività antropiche sul clima e sull’ambiente e, di conseguenza, sulla qualità della vita dell’uomo. La diffusione dei dati raccolti attraverso il progetto contribuirà alla promozione di politiche economiche compatibili con la salvaguardia delle risorse naturali per le generazioni future.