SPRUZZI DI COLORE
I fiori di campo durano poco, quindi tieni d’occhio i prati e non perdere l’occasione di fotografare le campanule o i lupini quando sbocciano. Sono un ottimo soggetto da mettere in primo piano per ogni paesaggio, ma puoi anche zoomare e riempire il fotogramma di spruzzi di colore.

IL SENSO DELLE PROPORZIONI
A volte, si aspetta per ore che tutte le persone escano dall’in- quadratura per ottenere un’immagine più pulita. In alcune vedute, però, la presenza di qualche persona in una posizione adeguata della scena può rappresentare un vantaggio, poiché contribuisce a dare un chiaro senso delle proporzioni degli altri elementi.

new-zealand-679068_1280

CERCA I CAMPI COLTIVATI
Il fatto che molti campi vengano arati e piantati in maniera ordi- nata, ti permetterà di sfruttare nelle tue foto i disegni che questi formano. Trova un punto di ripresa che ti permetta di sfruttare delle forti linee diagonali e usa un tele per comprimere all’interno dell’inquadratura diversi filari.

COSTRUISCI LA DENSITA’
Il sistema classico per fare foto di paesaggi marini e lacustri è l’uso di un tempo d’esposizione abbastanza lungo da trasformare l’acqua che si muove in una superficie piatta e lattiginosa. Ti servirà un buon treppiedi e un filtro ND per poter usare un tempo d’esposizione di 20sec o più.

sunset-169925_1920

FATTI GUIDARE DALLE LINEE
Cerca delle linee che puoi far diventare un percorso capace di guidare l’occhio dell’osservatore attra- verso l’immagine. Un vero sentiero (come in questa foto) può funzionare, ma anche fiumi, staccionate e filari d’alberi possono svolgere questa funzione di composizione altrettanto bene.

QUANDO UN PO’ DI MOSSO DIVENTA IMPORTANTE
Un filtro degradante può esserti utile praticamente in qualsiasi paesaggio che fotografi. Questo tipo di filtro non scurisce solo il cielo evitando che risulti sovraesposto, ma riduce anche il contrasto nella scena e ti dà un’esposizione migliore per il terreno o l’acqua al di sotto dell’orizzonte. I filtri degradanti colorati non sono molto diffusi nell’era di Photoshop, ma quelli grigi ND sì. Riducono la luminosità della parte superiore della scena senza alterarne il colore, ecco il perché del “neutral” nel loro nome. Puoi trovarli di intensità diverse e con transizioni più o meno graduali. Se ne compri solo uno, sceglilo a transizione “morbida” perché funzionerà meglio con gli elementi che attraversano l’orizzonte. Uno 0.6 morbido può essere una buona scelta, perché riduce il con- trasto di 2 stop.