UN’ESPLOSIONE DI DETTAGLI
Con i soggetti in macro la messa a fuoco deve essere precisa. È certamente meglio usare il fuoco manuale e lo zoom con la funzione Live View per ingrandire sul display la zona in cui vuoi mettere a fuoco. Così, usando un treppiedi potrai effettuare una messa a fuoco manuale perfetta.

DIVERTITI CON I FUNGHI
I funghi spuntano nei prati e nei boschi dopo le piogge. Per fotografarli bene, dovrai stenderti a terra, in modo che l’obiettivo si trovi a livello del fungo.Alcuni treppiedi possono allargare le gambe, oppure hanno una colonna centrale reversibile per abbassare il punto di ripresa.

USA UNA GABBIA DI LUCE
Nella migliore delle situazioni, facendo delle macro in interni non è facile avere una buona luce, ma le cose andranno ancora peggio se stai fotografando un oggetto lucido, perché questo rifletterà ogni sorgente di luce presente sulla scena. Un’ottima soluzione al problema è quella di utilizzare una gabbia di luce, cioè avvolgere il soggetto con della stoffa traslucida. Questa diffonde la luce che arriva dall’esterno senza provocare riflessi. Le gabbie di luce possono alterare i colori degli oggetti metallici, ma questo è un problema che puoi facilmente risolvere in post produzione.

beetle-248481_1920

POTERE AI TELEOBIETTIVI
Gli obiettivi tele sono un’alter- nativa a quelli macro quando ti ritrovi a scattare foto ai fiori. Fotografando da più lontano, potrai inserire nel fotogramma un maggior numero di fiori vicini a quello “principale”, rendendoli anche piacevolmente sfocati.

CERCA I BAGLIORI
Molte piante rendono benissimo se vengono fotografate in controluce perché sono traslucide. Scattare in controluce poi, rende i colori dei petali e delle foglie più brillanti ed evidenzia le strutture interne delle piante. Le piante caratterizzate da peluria e gli animali con una bella pelliccia funzionano ancora meglio con un leggero controluce, perché questi luccicano, generando un interessante alone attorno ai soggetti. Puoi provare a inquadrare i tuoi soggetti contrapponendoli a uno sfondo scuro, in modo che l’effetto sia ancora più evidente.

QUALITA’ PIATTA
Se stai fotografando parallelamente a una superficie piatta, non avrai bisogno di chiudere il diaframma per aumentare la profondità di campo. Ma abituati comunque a chiudere un paio di stop, perché gli obiettivi in genere danno la migliore risoluzione con diaframmi vicini a f/8.

chrysanthemum-659111_1920

COSA OFFRE IL MENU’?
Se davvero non sai più cosa fotografare, o se il tempo non è dei migliori per andare fuori, puoi trovare l’ispirazione anche nella tua cucina. Gli ingredienti crudi possono diventare degli interessantissimi soggetti fotografici, specie se vengono ripresi da vicino con un obiettivo macro.

SFRUTTA IL BOKEH
Approfitta del fatto che fotografando a distanza ravvicinata c’è pochissima profondità di campo. Componi la scena in modo che alcune zone siano molto più sfocate rispetto ad altre, ma assicurati che un punto specifico risulti perfettamente nitido. Questo stile è utilizzato nella fotografia di food.

AVVOLGILO NEL VELLUTO
Se vuoi realizzare immagini ravvicinate d’effetto in interni, ti servirà uno sfondo semplice, che non distragga. L’ideale è un pezzo di velluto nero, perché a differenza di altri materiali, questo assorbe perfettamente la luce eliminando ogni riflesso e diventando un perfetto sfondo nero profondo.

donkey-105719_1920

LUCE UNIFORME
Quando fotografi dei soggetti piatti, dovrai cercare di avere un’illuminazione più uniforme possibile su tutta la superficie che stai riprendendo. Posiziona delle lampade su due lati orientate a 45° verso il soggetto per annullare completamente le ombre.

TROVA LA PENOMBRA
I dettagli di automobili sono un bellissimo soggetto. Non fotografarli sotto il sole diretto, potresti avere problemi di riflessi. Evita anche le giornate troppo cupe, per ottenere i risultati migliori, scatta in una bella giornata, mentre il sole è dietro una nuvola.