In questo 2018 sono tante le novità e i potenziamenti della suite di programmi Adobe da Photoshop CC alle App mobile

L’ obiettivo di quest’anno di Adobe è di puntare cloud e su nuovi piani per l’utilizzo dei software e per l’archiviazione delle fotografie, creando qualche trambusto. Per i non professionisti esperti i maggiori ostacoli sono da imputare a un abbonamento piuttosto oneroso e alla complessità di utilizzo. Adobe però ha comunque pensato ai neofiti introducendo alcune nuove modalità. Passando con il cursore sopra ai vari strumenti, appaiono suggerimenti e spiegazioni sul loro utilizzo e alcune di queste sono GIF animate che dimostrano come funziona lo strumento. Ma non è l’unica miglioria.

Photoshop CC

Lo strumento Seleziona e Maschera èstato migliorato, come lo èstato anche il Pennello Migliora Bordo, che ha reso Photoshop ancora piùpreciso ed efficiente nelle selezioni difficili e negli scontorni. La potenza di Photoshop nella gestione delle selezioni, dei livelli e delle maschere èancora imbattibile. Utile il pannello Scopri che aiuta i principianti a orientarsi fra le nuove procedure.

Lightroom CC 2018

Per quel che concerne Lightroom le novità e i vantaggi sono maggiori. Il software permette di avere a disposizione tutte le immagini ovunque, a piena risoluzione, gestibili e modificabili su tutti i nostri dispositivi. Anche sul vecchio Lightroom, ora chiamato Lightroom Classic, era possibile la sincronizzazione sul cloud, ma solo fino a un certo punto. Lightroom CC segue gli stessi principi di Lightroom Classic, ma è completamente cambiato il suo approccio all’archiviazione delle immagini e alla loro organizzazione. Le foto originali sono automaticamente caricate sull’archivio online Adobe e sono disponibili ovunque; hai anche la possibilità di archiviarle su dischi locali, ma la loro destinazione naturale èil cloud.

Lightroom Classic

La nuova maschera sul colore e sulla gamma di luminanza sono un upgrade importante e utile per un software che ègiàuno standard per chi lavora nel mondo imaging. Lightroom Classic mantiene i moduli separati Libreria, Sviluppo, Mappa, Libro, Presentazione, Stampa e Web. Puoi applicare una serie di effetti con un solo clic scegliendo uno dei Predefiniti di Lightroom oppure programmare il tuo flusso di lavoro abituale come Predefinito Utente.

Queste sono solo le principali novità e modifiche, per approfondirle puoi leggere l’articolo completo su Professional Photoshop 42 ora in edicola e disponibile online.

NO COMMENTS

Leave a Reply