Il vulcanico Maki Galimberti ha sfruttato a fondo l’ottica Sony SEL 100F28GM per realizzare una serie di affascinanti immagini di paesaggi autunnali e ci regala preziosi consigli su come sfruttare la luce durante il solstizio d’inverno.

La Alpha 7R con il mediotele FE 100mm F2.8i STF GM OSS Prime

Oggi è solstizio d’inverno, il giorno più breve e, di conseguenza, più buio dell’anno, poiché il Sole raggiunge la sua altezza minima rispetto all’orizzonte. Per i fotografi i giorni più bui forniscono l’accesso a una serie di possibilità creative usando sia la luce artificiale che le fantastiche luminescenze create dalla luce naturale caratteristica di questa stagione.Per celebrare questo bellissimo periodo dell’anno, Sony ha sfidato una serie di fotografi ritrattisti in tutta l’Europa, tra i quali il nostro Maki,  per cogliere la luce invernale e catturare bellissime immagini con l’ottica SEL100F28GM.

Cristina Papis, Head of Corporate Communications & PR di Sony Italia

“Per fare in modo che la luce brillante non appaia “dura” negli occhi in situazioni meno illuminate, uno sfondo sfocato può aggiungere un certo livello di morbidezza a una fotografia altrimenti fortemente illuminata – spiega Cristina Papis, Head of Corporate. Communication. & PR di Sony Italia. Date le caratteristiche chiave del SEL100F28GM, ovvero estrema risoluzione e straordinario bokeh, rese possibili dall’esclusivo Smooth Trans Focus, questa ottica consente ai fotografi di spingere oltre i loro confini creativi in diverse situazioni di luce. Grazie all’estrema profondità di campo dell’obiettivo e all’apertura a 11 lamelle, combinata con l’esclusivo elemento di apodizzazione ottica, i diversi elementi di illuminazione si trasformano in meravigliosi cerchi rotondi di luce incandescente, mentre il primo piano rimane straordinariamente nitido. A questo punto, non resta che prendere la fotocamera e approfittare di quanto di bello ci circonda in questo periodo dell’anno”.

I consigli di Maki Galimberti

“Scegliete un soggetto e la storia da raccontare attraverso le vostre foto – spiega Galimberti. Nella prima serie di immagini, ho voluto descrivere Venezia e i suoi abitanti durante un tipico giorno invernale, caratterizzato da luci estremamente brillanti e ombre nette; nella seconda, ho pensato di raccontare la moda del “selfie” in una delle aree della “movida” milanese. Concentratevi sulla storia che volete raccontare e, se avete l’impressione che il soggetto non sia in linea, cambiatelo”.

  • Perché i ritratti siano naturali, il soggetto deve sentirsi a proprio agio. E perché il soggetto risalti sullo sfondo, separatelo bene da ciò che è ritratto in secondo piano. Studiate bene il vostro soggetto e utilizzate la luce naturale o le luminarie sullo sfondo per esaltarlo.
  • Posizionate il soggetto nell’area più luminosa e utilizzate le luci e gli elementi sullo sfondo per arricchire l’immagine.
  • Scegliete un’ottica in grado di assicurare un effetto bokeh naturale, ideale per i ritratti, gestendo al meglio i forti contrasti tra luce e ombra, come nella foto scattata al mercato del pesce.
  • Per ottenere un effetto bokeh morbido e naturale, scattate alla massima apertura.
  • Utilizzate un obiettivo in grado di gestire le transizioni nette tra luci e ombre senza perdita di dettaglio o artefatti, assicurando al tempo stesso estrema risoluzione e profondità di campo, con un look da medio formato, come il SEL100F28 di Sony. Tale passaggio, che normalmente rischia di essere difficile da gestire, con l’STF di questa ottica diventa un pregio, poiché riesce a restituire sfondi sfuocati estremamente omogenei.
  • Sfruttate ogni fonte luminosa per ricreare lo sfondo perfetto per le vostre immagini a tema invernale.
  • Non considerate la forte luce invernale e le ombre decise, nonché il passaggio repentino tra luce e buio, un ostacolo; al contrario, provate a usare luci e ombre per “dipingere” l’immagine.
  • Se scattate durante i giorni più corti dell’anno, sfruttate luci e ombre per esaltare la profondità di campo e la nitidezza della fotografia, creando un defocus (o bokeh) naturale sullo sfondo.
  • Se volete arricchire la foto con un’atmosfera natalizia, avvicinatevi al vostro soggetto e create un effetto bokeh con le luci dello sfondo, così da ricreare una tipica atmosfera fiabesca. Ovviamente, un’ottica in grado di restituire un bokeh perfettamente circolare esalta l’effetto, come nelle foto scattate sui Navigli, sfuocando morbidamente lo sfondo e lasciando estremamente nitido il primo piano.
  • Se la situazione ve lo permette, utilizzate le gocce d’acqua o i cristalli di ghiaccio per enfatizzare al tempo stesso la profondità di campo e i dettagli attraverso elementi brillanti o morbidamente sfuocati, come nella foto che ritrae il gabbiano.

 

NO COMMENTS

Leave a Reply