Sony ci ha abituato da tempo a fotocamere dalle caratteristiche di altissimo livello. Oggi si è superata. Durante una conferenza stampa a sorpresa organizzata a Londra poche ore prima dell’inaugurazione dei World Photography Awards 2017 ha annunciato la stupefacente α9. La nuova mirrorrless professionale è dotata di sensore CMOS Exmor RS full-frame “stacked” con risoluzione di 24,2 Megapixel, scatto continuo senza interruzioni fino a 20 fotogrammi al secondo in raffiche da 241 immagini in formato Raw o 362 in Jpeg. Ma questo è solo l’inizio, perché la nuova ammiraglia Alpha offre chicche che faranno felici molti professionisti come: scatto silenzioso e senza alcuna vibrazioni con un tempo di otturazione che arriva a 1/32.000 di secondo, 693 punti AF a rilevamento di fase sul piano focale che coprono circa il 93% del fotogramma, AF/AE calcolato a 60 volte al secondo, sensibilità da 100 a 51.200 ISO, espandibile da 50 a 204.800 ISO, nuovo processore BIONZ X, chip di acquisizione LSI, stabilizzazione dell’immagine a 5 assi, mirino Quad-VGA OLED Tru-Finder ad alta luminosità e risoluzione con circa 3.686.000 punti, file RAW 14 bit non compressi, connessione Ethernet per il trasferimento dei file, slot per doppia scheda SD e nuova batteria Z con capacità pari a circa 2,2 volte la capacità delle batterie W. La Sony Alpha 9 include anche manopole separate per la modalità Drive e la modalità di messa a fuoco e il nuovo pulsante “AF ON” che attiva l’autofocus direttamente in scatti e riprese. Infine non dimentichiamoci delle performance video: α9 offre la possibilità di realizzare riprese 4K Ultra HD (3840x2160p) che sfruttano la larghezza completa del sensore di immagine full-frame senza pixel binning per registrare informazioni 6K e in formato Super 35 mm.

“L’otturatore anti-distorsione della Alpha 9, silenzioso, privo di vibrazioni e dei rumori meccanici prodotti da specchio o otturatore è l’apparecchio fotografico ideale per tutte le situazioni di ripresa dove la discrezione è necessaria”, ha sottolineato Yas Nagata, Senior General Manager Digital Imaging Group Sony Imaging. “La nuova ammiraglia impone un nuovo standard in termini di velocità e precisione di messa a fuoco raggiunti grazie alla combinazione fra sensore di immagine Exmor RS, processore BIONZ X e il chip di acquisizione LSI che garantiscono una potenza di elaborazione tale da consentire un calcolo di AF/AE velocissimo ed eliminare la latenza della visualizzazione dell’EVF. Il processore e il chip di acquisizione LSI contribuiscono al buffer di scatto continuo esteso che consente ai fotografi di scattare rapidamente fino a 20 fps con monitoraggio continuo dell’AF/AE. Il sistema AF legge movimenti complessi e irregolari con una precisione mai vista prima, con il calcolo dell’AF/AE fino a 60 volte al secondo, indipendentemente dal rilascio dell’otturatore e dall’acquisizione del fotogramma. Inoltre, il mirino elettronico funziona senza interruzioni”. Insieme alla nuova top class Alpha debuttano nuovi accessori: batteria ricaricabile NP-FZ100 ad alta capacità con tecnologia InfoLITHIUM; impugnatura per l’uso in verticale VG-C3EM che raddoppia la durata della batteria e offre la ricarica Usb; Kit adattatore multibatteria NPA-MQZ1K; estensione impugnatura GP-X1EM; copertura oculare FDA-EP18 con meccanismo di blocco; caricabatterie BC-QZ1 a ricarica rapida in circa 2,5 ore; protezione per lo schermo PCK-LG1 infrangibile con rivestimento antimacchia.

La nuova Sony α9 sarà disponibile a partire da giugno con un prezzo di listino annunciato di 5.300 euro.

 

 

Review overview
Sony Alpha 9

NO COMMENTS

Leave a Reply