Open call per fotografi e videomakers


Per il terzo anno consecutivo il Global Campus of Human Rights organizza un concorso al fine di creare sinergie tra il mondo accademico e quello artistico, tale da facilitare la diffusione delle tematiche inerenti i diritti umani utilizzando mezzi come la fotografia e, da quest’anno, anche brevi video.

L’idea di un “Visual Contest” sui diritti umani nasce dalla volontà di creare un network di artisti, intellettuali e professionisti, uniti dall’impegno per il rafforzamento di una cultura dei diritti per il sostegno alla democrazia e alla pace.

Il tema della competizione di quest’anno è memoria e riconciliazione. La memoria e la percezione del passato hanno un impatto diretto sulla creazione del presente; spesso nei paesi che escono da un conflitto o da un passato traumatico di violenze, si generano ricordi contrastanti e memorie selettive che diventano facilmente strumentalizzabili. Il GC Visual Contest vuole essere uno spazio di discussione e riflessione sul tema della memoria individuale e collettiva, all’interno del quale cercare di capire quali sono le condizioni per la verità e il perdono, e come si può da esse partire per costruire una società improntata al rispetto dei diritti umani.

La giuria sarà composta da alcune personalità di rilievo come Giles Duley, fotoreporter britannico noto a livello internazionale, Poulomi Basu, fotografa documentarista e giornalista, Isabelle Gattiker, direttore dell’International Film Festival and Forum on Human Rights di Ginevra e Denis Curti, direttore di STILL e direttore artistico della Casa dei Tre Oci di Venezia.

Il bando sarà aperto dall’1 maggio al 30 giugno.
Per maggiori informazioni: [email protected]



NO COMMENTS

Leave a Reply