Domenica 2 aprile inaugura la mostra fotografica Wiki Loves Monuments – edizione italiana, uno tra i concorsi fotografici con più partecipanti al mondo. La mostra sarà visitabile fino a domenica 16 aprile e prevede un percorso espositivo diffuso e accessibile a tutti, proprio come dovrebbe essere il patrimonio culturale italiano nel web, che coinvolge l’intera cittadina di Osnago a pochi chilometri da Lecco.


All’evento di inaugurazione saranno presenti: Marta Pigazzini, coordinatrice regionale Wikimedia Italia e Dario Crespi, Project manager per la didattica di Wikimedia Italia, che illustreranno la situazione italiana per quanto riguarda diritto d’autore, licenze e libertà di panorama.
Le fotografie in mostra sono state selezionate tra moltissimi scatti. Nel 2016, infatti, Wiki Loves Monuments ha visto la partecipazione di più di 900 fotografi, che hanno immortalato oltre 6.000 monumenti italiani. Tutte le fotografie sono state rilasciate con licenza libera e disponibili su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia: dalla prima edizione italiana nel 2012 gli scatti raccolti per il concorso Wiki Loves Monuments sono più di 70.000.
Dopo lo straordinario successo di Wikimania 2016, che ha accolto oltre 1.000 volontari Wikipedia provenienti da tutto il mondo, la provincia di Lecco riconferma con questo appuntamento l’impegno ad arricchire e migliorare i contenuti riguardanti il territorio su Wikipedia e i progetti Wikimedia, nell’ambito del programma “Protagonismo culturale On-line e Off-line”.
L’esposizione sarà infatti un’occasione per sensibilizzare le amministrazioni locali a rispondere all’appello per l’autorizzazione al libero inserimento di fotografie dei beni di proprietà comunale in vista dell’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments, con l’obiettivo di rendere più visibile, migliorare l’offerta e la valorizzazione dell’intero patrimonio storico artistico del territorio sul web.

Per maggiori informazioni: Francesca Ussani mail: francesca.ussani@wikimedia.it 
Tel: +39 339 8021236

 

NO COMMENTS

Leave a Reply