L’Istituto Centrale per la Grafica

L’annuncio ha una valenza epocale perché decreta (finalmente) che l’attenzione delle istituzioni italiane verso la fotografica sta cambiando: il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha ufficialmente dato il via al processo di costituzione di una “Cabina di regia” italiana per la fotografia con l’obiettivo di tutelare, valorizzare e diffondere la cultura delle immagini e la fotografia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile all’inclusione e all’accrescimento di una sensibilità critica autonoma da parte dei cittadini.
Tra gli scopi del progetto c’è la definizione di un piano di sviluppo volto ad adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore e a determinare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale, il Ministero ha indetto gli “Stati generali della fotografia”: due giornate di convegno sul tema con operatori, addetti ai lavori e ospiti internazionali.
La prima giornata si svolgerà a Roma il 6 aprile 2017 presso l’Istituto Centrale per la Grafica. Tra gli esperti autorevoli che hanno già confermato la loro partecipazione ci sono: Carlo Arturo Quintavalle, Roberto Koch, Guido Guerzoni, Mario Calabresi e Vittorio Gallese.

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini

Gli atti della giornata del 6 aprile saranno presentati il 5 maggio a Reggio Emilia, in occasione della rassegna Fotografia Europea.
“Gli Stati generali 2017, con le giornate di Roma e Reggio Emilia, saranno la prima tappa di un percorso di dibattito e di confronto che la Cabina di regia intende avviare con gli operatori del settore, per stimolare una riflessione comune sul tema dell’immagine al fine di intraprendere azioni concrete”, conclude il comunicato del Ministero.
Per maggiori informazioni è possibile scrivere a: [email protected]

NO COMMENTS

Leave a Reply