Il “Gigante Verde”, come da sua tradizione, ama stupire e anche questa volta ci è riuscito. Fujifilm ha invitato in Inghilterra una delegazione selezionata della stampa europea per il lancio della sua nuova ammiraglia: la prima fotocamera digitale mirrorless di medio formato al mondo, la GFX 50S. L’evento, decisamente in grande stile, si è svolto nientemeno che nel castello di Althorp, fin dal XVI Secolo residenza di Lord Spencer e della famiglia della compianta Lady Diana.

Fujifilm-GFX-50S-conferenza-04

“Fujifilm ha fatto una precisa scelta strategica e oggi getta le basi per un lungo cammino che ci porterà a essere un punto di riferimento solido per il futuro del settore fotografico – spiega Guglielmo Allogisi, Electronic Imaging BD General Manager di ‎Fujifilm Italia. Quando nel recente passato in molti ci chiedevano come mai non avessimo in gamma apparecchi full-frame rimanevamo sul vago perché, ovviamente, non potevamo anticipare nulla di un progetto che era stato pianificato con grande cura già da tempo e che oggi è stato finalmente presentato al pubblico. Con il lancio della GFX 50s proponiamo un sistema fotografico mirrorless di qualità ultra-alta che rompe i giochi e spezza gli equilibri seguendo quella tendenza all’innovazione rivoluzionaria che è diventata una sorta di tradizione per Fujifilm”.Allogisi-GFX50S_lite

“Oggi abbiamo la straordinaria famiglia di fotocamere Serie X equipaggiate con i sensori X-Trans formato APS-C in grado di competere con tutte le mirrorless sul mercato e, per qualità generale dei file, con le full frame entry level, e supportate da una line up di ottiche di primo piano. Per noi era importante trovare una soluzione originale e di grandissima efficienza capace di offrire una risposta in linea con gli standard Fujifilm Serie X anche alle esigenze degli utenti prosumer hi-end e ai professionisti. La soluzione l’abbiamo trovata in un sistema fotografico completo basato sul sensore medio formato che compete allo stesso livello delle ammiraglie full frame dei brand blasonati.Fujifilm-GFX-50S-mirino

La GFX 50s è l’apparecchio perfetto non solo per il mondo professionale tipicamente legato al beauty e allo still-life, per i quali abbiamo progettato accessori come la piastra che consente di montare la macchina sui banchi ottici, ma anche per tutte le applicazioni di ripresa che vanno dalla moda alla ripresa naturalistica ai viaggi”.

“Fujifilm non fa mai nulla per caso e fine a sé stesso – continua Guglielmo Allogisi – Il lancio della GFX 50S è solo l’inizio di un cammino che ci vedrà impegnati nello sviluppo di applicazioni, accessori e una gamma estesa di obiettivi ad altissima qualità. Da ora faremo tesoro delle esperienze sul campo di tutti i nostri fotografi che sceglieranno il sistema mirrorless medio formato GFX per migliorare giorno dopo giorno features e prestazioni e per introdurre tutte le espansioni e gli accessori più idonei a potenziare la loro capacità creativa. A questo scopo abbiamo pianificato l’inaugurazione del Fujifilm Professional Service.Fujifil-GFX-50S-Modella-01-lite

Finora avevamo un hardware all’altezza dei nostri più agguerriti competitor ma non potevamo ancora offrire un servizio di assistenza per i nostri utenti PRO dello stesso livello. Da marzo saremo strutturati per supportare i fotografi anche nei momenti peggiori della loro attività, quando malauguratamente lo strumento con il quale si guadagnano da vivere ha un malfunzionamento. A livello europeo, e soprattutto italiano, forniremo una copertura veloce sia con assistenza tecnica sia con prodotti sostitutivi. Il servizio sarà il protagonista di importanti annunci nei prossimi mesi. I professionisti della fotografia sono per noi un partner privilegiato e saranno tutelati nel migliori dei modi – conclude Allogisi”.

GFX-50s_apertura-2

La Fujifilm GFX 50S in breve

GFX 50S è dotata di sensore medio formato G Format 43,8×32,9mm da 51,4 Megapixel e debutta accompagnata dagli obiettivi Fujinon GF63mm f/2.8 R WR, Fujinon GF32-64mm f/4 R LM WR e Fujinon GF120mm f/4 R LM OIS WR Macro.Fujifilm-GFX-50S-obiettivi

Il sensore di medio formato ha una superficie 1,7 volte quella di un sensore full frame che mostra tutte le sue potenzialità quando è utilizzato per stampe di grande formato, riprese paesaggistiche, scatti di fashion photography o per archivi di documenti storici. Rispetto ad un sensore full frame con un numero equivalente di pixel, la risoluzione e la sensibilità ISO sono migliori grazie all’elevata dimensione di ogni singolo pixel per immagini con texture e riproduzione tonale eccellente.

L’otturatore sul piano focale è stato sviluppato specificatamente per raggiunge una velocità massima di scatto pari a 1/4000 sec. (1/16.000 sec. quando si usa l’otturatore elettronico), con una velocità di sincronizzazione flash di 1/125 sec. o inferiore. La meccanica garantisce una durata superiore ai 150.000 scatti ed è possibile selezionare l’otturatore elettronico sulla prima tendina o un otturatore completamente elettronico.

La GFX 50S è anche in grado di effettuare riprese in Movie Mode: 1920×1080 29,97p/25p/24p/23,98p 36Mbps. Grazie alla profondità di campo garantita da un sensore di così grandi dimensioni e alla modalità di simulazione della pellicola è possibile effettuare videomaking di altissimo profilo professionale.Fujifil-GFX-50S-conferenza-03

Il corpo macchina estremamente robusto è stato sviluppato per lavorare in condizioni difficili e garantisce la resistenza a polvere, umidità e operatività in ambienti fino a -10 °C. Il corpo ergonomico, compatto e molto leggero, circa 825g compresa batteria e scheda di memoria SD, permette, pur essendo una medio formato, di scattare facilmente a mano libera.
Per il mirino elettronico è stato adottato un nuovo pannello EL organic da 0,5 pollici con 3,69 milioni di punti e ampio angolo di visione pari a 40° in diagonale. È collegabile all’adattatore di inclinazione EVF-TL1. Sono stati utilizzati 5 elementi in vetro per aumentare l’ingrandimento del mirino a 0,85x.
GFX 50S monta sul dorso uno schermo LCD touch da 3,2 pollici e 2,36 milioni di pixel ad alta definizione inclinabile in tre direzioni e utilizza una nuova batteria NP-T125 con un’autonomia di circa 400 scatti.

NO COMMENTS

Leave a Reply