di Alessandro Curti


All Casa dei Tre Oci arriva un reportage sui maestosi spazi del profondo Nord, sempre più a rischio a causa del surriscaldamento globale.

dal 15 gennaio al 2 aprile


© Carsten Egevang, Groenlandia
© Carsten Egevang, Groenlandia

Groenlandia, Siberia, Alaska, Islanda e popolazioni Inuit: Venezia si copre di ghiaccio e presenta, alla casa dei Tre Oci, il punto di vista di tre fotografi su uno degli ambienti naturali fra i più ostili e misteriosi del pianeta.
Paolo Solari Bozzi (Roma, 1957), Ragnar Axelsson (Kopavogur, Islanda, 1958) e Carsten Egevang (Taastrup, Danimarca, 1969) testimoniano, in questa esposizione curata da Denis Curti, le problematiche del progressivo riscaldamento globale, ponendo l’attenzione sui territori più settentrionali della Terra e sui cambiamenti che li stanno mutando in maniera inesorabile e, probabilmente, irreversibile.
Circa 120 fotografie in bianco e nero raccontano le difficoltà ambientali, i paesaggi spettacolari, lo scorrere della vita quotidiana delle popolazioni locali, il drammatico problema dello scioglimento dei ghiacci e dell’inquinamento climatico.
Insieme alle fotografie, vengono proiettati dei documentari che indagano sul particolare stile di vita delle popolazioni locali, gli Inuit.
Durante il periodo dell’esposizione, sono previsti anche workshop, letture portfolio e attività insieme al curatore e agli artisti, che si possono prenotare mandando una mail all’indirizzo [email protected] Chiuderà la rassegna un’asta delle fotografie in mostra.

Info:
Indirizzo: Casa dei Tre Oci, Fondamenta Zitelle, 43, 30133 Venezia
Orari: tutti i giorni 10-18
chiuso martedì
Tel: 04.12.41.23.32
E-Mail: [email protected]
Web: www.treoci.org

NO COMMENTS

Leave a Reply