Oggi allo Stadio di Domiziano a Roma è stato organizzata la tavola rotonda dedicata al drammatico e attuale fenomeno del bullismo che sta dilagando nelle scuole di tutta Italia. L’iniziativa è promossa dal Codacons. bullismo-codacons
Nel corso dell’incontro è stato reso disponibile anche il vademecum, realizzato da 24 psichiatri, neuropsichiatri infantili e psicologi, volto ad orientare vittime, bulli, famiglie, insegnanti e servizi socio-sanitari verso possibili percorsi per affrontare il problema del bullismo, che nel 2016 affligge il 52,7% degli adolescenti tra gli 11 e i 17 anni.
Alla tavola rotonda sul bullismo sono intervenuti, tra gli altri, Carlo Rienzi, presidente Codacons, Tiziana Luxardo, Mario Rusconi, presidente Associazione  Nazionale Presidi e Teresa Manes, la mamma di Andrea, ragazzo vittima di bullismo suicidatosi nel 2012.

tiziana-luxardo

Tiziana Luxardo ha respirato fin da bambina l’odore delle fotografie: la storia dei Luxardo ebbe inizio nei primi anni del Novecento con Alfredo che parti per il Brasile con l’intento di documentare le tribù amazzoniche. Nel 1928, Alfredo Luxardo tornò in Italia dove rilevò a Roma lo studio fotografico Sam Bosch, fotografo della Casa Reale. Erano gli Anni Trenta e il famoso studio di Via del Tritone impose delle caratteristiche che fecero scuola e segnarono un’epoca. Luci diffuse, integrate da riflessi, sfondi scuri e tagli di luce che scolpivano i volti e disegnavano i corpi, in una parola nasce il Mito della Bellezza, il culto del Corpo.

 

Commenta via Facebook

NO COMMENTS

Leave a Reply