Nel 1990, dei ladri hanno fatto irruzione nel museo Isabella Stewart Gardner di Boston, e hanno rubato il capolavoro di Rembrandt ‘La tempesta sul Mar di Galilea’. Nel 2016, l’artista indiano Ankur Patar ha fedelmente ricreato il dipinto utilizzando 236 immagini, senza mai lasciare Photoshop.

Patar fa parte del progetto Adobe, Make a Masterpiece, che ha incaricato quattro artisti digitali di Behance a ricreare fedelmente dei capolavori persi, rubati o distrutti, utilizzando solo risorse Adobe Stock. La sfida consisteva anche nel rivedere le loro ipotesi sul potenziale creativo delle risorse stock.Adobe-logo

Mi sono avvicinato alla ri-creazione proprio come avrebbe voluto Rembrandt, sono partito dal cielo e ho proseguito da lì”, ha detto Ankur Patar, che ha utilizzato 236 immagini per ricreare la tempesta sul mare di Galilea. “Questo è un progetto da sogno per me, e spero che possa ispirare altri artisti grazie alle possibilità fornite da Adobe Stock.”

Gli altri artisti digitali di Make a Masterpiece con le rispettive opere sono:
Karla Cordova (Ecuador) per Frida Kahlo per The Wounded Table
Jean-Charles Debroize (Francia) per Caravaggio, San Matteo e l’Angelo
Mike Campau (US) per Karl Friedrich Schinkel, Cathedral Towering Over a Town

E ‘impossibile dare un valore monetario a queste opere d’arte, ma altri capolavori di questi pittori sono battuti all’asta tra i 5-137 milioni di dollari.
Noi non avremo mai la possibilità di vederle dal vivo, ma il risultato di Patar, Cordova, Debroize e il duro ed elaborato lavoro di Campau per queste 4 autentiche riproduzioni di quadri, è molto vicino all’originale.
Se si osserva da vicino, si può notare che Patar nella sua opera ha aggiunto anche il suo tocco personale. “Uno dei ritratti nel dipinto di Rembrandt era un suo autoritratto. Ho voluto aggiungere anche il mio.” Ci ha confessato.

Guarda ora il video qui sotto per scoprire il processo creativo di Patar!

 

Commenta via Facebook

NO COMMENTS

Leave a Reply