È stata inaugurata il 6 febbraio davanti a un grande pubblico la tredicesima edizione di Seravezza Fotografia; quest’anno l’evento principale è la mostra Full color, polaroid e astrazioni architettoniche di Franco Fontana, presso le sale del Palazzo Mediceo a Seravezza, Versilia.

La raccolta, a cura di Denis Curti, è una profonda retrospettiva che ripercorre gli oltre cinquant’anni di attività artistica di uno dei più grandi fotografi ancora in attività, da sempre concentrato sulla ricerca del colore come leitmotiv del suo percorso professionale.

full color

La mostra resterà aperta fino al 10 aprile insieme a tanti altri eventi, esposizioni, workshop e incontri culturali all’interno dei festival.

Info su www.seravezzafotografia.it

 

fontana 2

Cinquant’anni di fotografia di Franco Fontana:
testo di Denis Curti

Colori accesi, brillanti, vibranti. Composizioni ritmate da linee e piani sovrapposti, geometrie costruite sulla luce. Paesaggi iperreali, più veri del vero, surreali, sospesi, spesso impossibili. Proporzioni ingannevoli in cui non c’è spazio per l’uomo. Figure umane svelate in negativo, sublimate in ombre lunghe, a suggerire contemporaneamente l’idea di presenza e assenza. Corpi come paesaggi, e pianure e colline dai contorni antropomorfi.
Tratti distintivi che rimandano immediatamente e inequivocabilmente al linguaggio visivo di Franco Fontana, fotografo i cui lavori hanno trovato un riconoscimento ampio e stabile a livello nazionale e internazionale. Oltre quattrocento le mostre, personali e collettive, in cui sono state esposte le sue fotografie e più di settanta i volumi pubblicati, cui si aggiungono prestigiosi riconoscimenti, premi e onorificenze in tutto il mondo.
Può sembrare che sia il paesaggio il protagonista della sua ricerca. Ma è il colore il vero soggetto della fotografia di Franco Fontana. Il colore trasforma il paesaggio, lo umanizza, lo rende vivo. È nella scelta dell’accostamento cromatico che Fontana dà significato alla sua fotografia e la vitalizza. Si avventura in un percorso creativo che rompe le regole, rendendo visibile l’invisibile di una realtà le cui soluzioni interpretative sono sempre variopinte, come le diverse situazioni e stati d’animo della vita.
Superando un approccio puramente estetizzante, il senso ultimo della precisa sintesi espressiva che Franco Fontana ha condotto in oltre cinquant’anni di carriera si ritrova nel suo modo di interpretare ciò che lo circonda. Fontana non ha mai rinunciato ad esplorare e forzare il potenziale e i limiti della fotografia, anche dal punto di vista tecnologico. Al contrario: proprio sfruttando il potere trasformativo della macchina, ha elaborato un linguaggio visivo originale, in cui si coglie la forza vitalistica e creativa del fotografo, che, nel prelevare un campione del mondo, lo restituisce come distillato e amplificato, dopo averlo setacciato attraverso i filtri del proprio sentire.

ORARI: dal giovedì al sabato 15.00-19.00 | Domenica e festivi: 10.00-19.00 | Palazzo Mediceo

BIGLIETTO: intero 6.00 euro | ridotto: 4.00 euro

NO COMMENTS

Leave a Reply