Retrospective: Robert Capa a Monza

Fino al 27 gennaio, Monza ospita una grande retrospettiva dedicata a Robert Capa, uno dei più importanti fotoreporter del Ventesimo secolo, fondatore, con Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David Seymour e William Vandiver, dell’agenzia Magnum Photos. Articolata in tredici sezioni, la mostra raccoglie cento immagini in bianco e nero che documentano i maggiori conflitti del Novecento, di cui Capa è stato testimone e di cui ha fatto emergere la sofferenza, la miseria, il caos e la crudeltà . “Questa mostra si presta a differenti letture e il visitatore potrà decidere su quale orientare la propria attenzione: la storia recente, le guerre, le passioni, gli amici“, afferma il curatore Denis Curti, che ha ripreso fedelmente l’esposizione originariamente curata da Richard Whelan. Novità della tappa monzese la sezione “Gerda Taro e Robert Capa” che ospita un ritratto di Robert, un ritratto di Gerda scattato da Robert e un loro “doppio ritratto”.

Monza, Arengario
Piazza Roma
Fino al 27 Gennaio

Immagine in evidenza

Contadino siciliano indica a un ufficiale americano la direzione presa dai tedeschi,
Sicilia, 1943 © Robert Capa International Center of Photography /Magnum Photos