Qualche consiglio per scattare sotto la pioggia

Anche quando viene giù a catinelle, non mancano le occasioni di realizzare fantastiche foto.
Portiamo con noi un’ottica macro e approfittiamo delle gocce di pioggia per riprendere i dettagli del mondo naturale da molto, molto vicino con un effetto davvero suggestivo.

Qualche consiglio per scati sotto la pioggia

Come per i cieli coperti, anche per la pioggia ci sono differenti “casistiche” di cui tenere conto: da una leggera pioggerellina alle bombe d’acqua, in ogni situazione avremo delle opportunità fotografiche da non perdere. In ogni caso, oltre a preoccuparci di mantenere asciutti noi stessi, dovremo fare la stessa cosa con l’attrezzatura. Sebbene sia difficile frenare l’entusiasmo di un fotografo ben impermeabilizzato, c’è da considerare che qualsiasi fotocamera (anche i modelli weatherproof, “resistenti alle intemperie”) può subire danni quando esposta a piogge consistenti, se non difesa dall’acqua con un’adeguata protezione .

Qualche consiglio…

  1. Quando pioviggina è relativamente facile lavorare. Le gocce d’acqua sono piccole e possono assomigliare alla nebbia.  Il terreno è bagnato, senza che si formino pozzanghere e, se è caldo, asciuga in fretta.
  2. I temporali sono eventi improvvisi e violenti ma offrono eccellenti occasioni per scattare,  anche se in condizioni non facili. Proprio per questo motivo molti fotografi preferiscono perdere qualche bella foto piuttosto che avventurarsi sotto un temporale, e questo è un vantaggio per gli intrepidi!  temporali sono associati con i cumulonembi, con fulmini e lampi. Possono verificarsi in qualsiasi periodo dell’anno, ma sono più frequenti in estate, soprattutto verso sera, e più rari nelle stagioni fredde.
  3. Il vento e l’acqua di una tempesta creano condizioni molto difficili in cui lavorare, soprattutto se il vento cambia spesso direzione.  Possiamo provare a proteggere l’attrezzatura con il corpo, ma a volte è impossibile farlo efficacemente. Naturalmente il coraggio e una buona preparazione possono essere premiati, anche in questo caso, da fotografie eccezionali.
  4. La pioggia continua ma non troppo copiosa è quella che offre le condizioni di lavoro più facili  e, spesso, i risultati migliori. Il segreto è guardare a terra per cercare i riflessi che per intensità dei colori e struttura offrono infinite possibilità di realizzare scatti creativi. L’assenza di vento ci permette di lavorare confortevolmente, ammesso di aver preso le opportune precauzioni..