V-J Day: la resa del Giappone

14 AGOSTO 1945. Con una conferenza stampa convocata nello Studio Ovale della Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti Harry Truman annuncia alla nazione la resa del Giappone, avvenuta a pochi giorni dal lancio delle bombe atomiche su Hiroshima (6 agosto) e Nagasaki (9 agosto).

La data, che segnò la fine della Seconda guerra mondiale anche sul fronte del Pacifico, è passata alla storia come V-J Day, Victory over Japan Day. Allo stesso modo è ricordato anche il 2 settembre 1945, giorno in cui il generale Douglas MacArthur e il capo di stato maggiore dell’esercito giapponese Yoshijiro Umezu firmarono l’atto ufficiale di resa a bordo della corazzata Missouri, ancorata nella baia di Tokyo. Dopo l’Italia e la Germania, finalmente anche l’ultima potenza dell’Asse si arrendeva agli Alleati, ponendo fine a sette anni di sanguinoso conflitto.

«Questo è il giorno in cui il fascismo muore, come

abbiamo sempre saputo che sarebbe successo» Truman