Appia Self-Portrait

Il Casale di Santa Maria Nova, l’ultimo fra i tesori dell’antica Via Appia a essere stato riportato all’originario splendore, apre le sue porte al pubblico con la mostra fotografica Appia Self- Portrait, un omaggio alla regina viarum, la regina tra le strade tracciate nel cuore dell’Impero Romano. A cura di Rita Paris, con Nunzio Giustozzi, Bartolomeo Mazzotta e Ilaria Sgarbozza, l’esposizione raccoglie un’accurata selezione delle foto storiche degli Archivi Alinari, dell’Istituto Luce-Cinecittà, della Società Geografica Italiana, del Gabinetto Fotografico Nazionale, in dialogo con gli scatti di celebri fotografi del Novecento (da Elliott Erwitt a Milton Gendel, a Pasquale De Antonis, con i suoi scatti di moda) e contemporanei (da Ferdinando Scianna a Marco Delogu, da Luigi Filetici a Stefano Castellani), per raccontare la Via Appia, il suo fascino, le sue trasformazioni. Allo stesso tempo, la mostra racconta le vicende del restauro del Casale di Santa Maria Nova, a cura prima della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, che l’ha acquisito nel 2006, e poi del nuovo Istituto Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Il casale medievale, costruito su precedenti strutture di epoca romana si trova all’interno di una vasta tenuta al V miglio della Via Appia Antica, nei pressi di Villa dei Quintili, il più grande complesso residenziale del suburbio di Roma, e dei Tumuli degli Orazi e dei Curiazi: oggi torna a essere patrimonio di tutti.

Santa Maria Nova – Via Appia Antica 251 Fino al 30 settembre 

Immagine in evidenza www.ilgiornaledellarte.com