Suggestioni d’Italia

Lo sguardo di quattordici fotografi, attraverso i cento scatti della mostra Suggestioni d’Italia, ci accompagna alla scoperta del nostro Paese, dei paesaggi, delle città, dei “non luoghi” capaci di raccontare atmosfere e impressioni. Realizzate tra la fine del secondo dopoguerra e i primi anni Duemila, le immagini costituiscono una sorta di compendio della storia della fotografia italiana, attraverso gli autori che l’hanno resa grande nel mondo.

Da Nino Migliori, fotografo che prima di tutti ha saputo interpretare la forza del Neorealismo, a Gianni Berengo Gardin, che ha affrontato i temi del disagio e dell’arretratezza sociale. Da Mario Cresci, che si è mosso tra memoria e territorio, a Mimmo Jodice, che ha saputo interpretare, in bianco e nero, sia paesaggi minori sia luoghi ad alta intensità culturale e monumentale. E ancora, Mario Giacomelli, che ha concentrato la sua indagine sulla campagna; Franco Fontana, con i suoi scatti carichi di colore; Luigi Ghirri, con i suoi paesaggi “vuoti”, quasi non sfiorati dalla presenza umana. Gli scatti di Ugo Mulas ci fanno scoprire il fascino inedito delle periferie urbane, mentre la fotografia di denuncia di Uliano Lucas registra lotte e sofferenze. In mostra anche le immagini ricche di contrasti di Ferdinando Scianna, i paesaggi urbani di Gabriele Basilico, le fotografie dedicate all’Abbazia di San Galgano di Aurelio Amendola.

Il percorso si conclude con Enzo Obiso, che ha raccontato la Sicilia in bianco e nero, e con Bruna Biamino, con i suoi scatti che alludono al vuoto, alla sospensione.

Galleria Civica d’Arte Moderna – Via Magenta 31

Immagine in evidenza https://it.latuaitalia.ru/events/suggestioni-d-italia-dal-neorealismo-al-duemila/