Travel Photographer of the Year 2018: i vincitori

Sono stati annunciati i vincitori del National Geographic Travel Photographer Of The Year 2018; le immagini vincitrici sono state scelte tra più di tredicimila immagini provenienti da tutto il mondo e divise in tre categorie: natura, città e persone.
Oltre alla qualità, le immagini vincitrici si sono distinte per la sensibilità verso i tre macrotemi”, commenta la giuria di questa edizione; e difatti il concorso fotografico si pone come obiettivo quello di documentare gli aspetti più variegati del pianeta.

Travel Photographer of the Year 2018: Reiko Takahashi vince il primo premio della categoria natura

La foto vincitrice del gran Prize e della categoria natura è stata scattata dalla fotografa giapponese Reiko Takahashi nell’isola di Kumejima e riprende l’ imponenza della coda di un cucciolo di megattera. La foto è stata intitolata Mermaid, che significa sirena.

Reiko Takahashi lavorava, fino all’anno scorso,  come ingegnere di semiconduttori ma fuggiva dall’ufficio ogni volta che poteva per assecondare la sua passione per la vita marina e la fotografia subacquea.
All’inizio dell’anno 2018 approfitta di un’offerta low cost per il Giappone e parte; questo viaggio lungo la costa dell’isola di Kumejima, vicino a Okinawa, ha condotto la fotografa, che si sottolinea essere amatoriale,  a vedere da vicino le megattere, e le ha consentito di scattare  la fotografia poi risultata essere vincitrice del famoso concorso.”Desideravo davvero toccare con mano il legame tra una megattera e il suo cucciolo“. Racconta

Oggi Takahashi viaggia per il mondo e quando ripensa alla sua decisione di abbandonare il lavoro per seguire la sua passione, le tornano alla mente due episodi che l’hanno aiutata nella scelta: la perdita di un amico e il famoso discorso di Steve Jobs alla Stanford University: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare? E quando la risposta è stata “No” per troppi giorni in una fila, ho capito che c’era bisogno di cambiare qualcosa.

Travel Photographer of the Year 2018: premi anche all’Italia

La Regione Alto Adige si classifica al terzo posto nella categoria natura grazie allo scatto intitolato Mars, del fotografo Marco Grassi, il quale ritrae le piramidi di Plata.