Come inserire i diritti d’autore sui propri scatti

Iniziamo con il dire che la pubblicazione su internet delle fotografie non è tacita autorizzazione alla riproduzione delle stesse che, in ogni caso restano coperte dal copyright.
Il problema che i fotografi professionisti e no si trovano a dover affrontare molto spesso riguarda la pubblicazione delle loro foto in internet, su Instagram, su Facebook o su un blog; l’esigenza è quella di proteggere le immagini da eventuali persone che potrebbero scaricarle e utilizzarle per propri scopi.

Come mettere i diritti d’autore sulle foto

Innanzitutto i diritti d’autore non vanno richiesti e tanto meno apposti alle foto: per mettere i diritti d’autore sulle foto è sufficiente realizzarla, in tutto o anche solo in parte, con un minimo di creatività. Tutto ciò che è originale è protetto dal copyright
I diritti d’autore nascono nel momento stesso in cui si crea l’opera e anche se l’opera non viene pubblicata, l’autore può rivendicare i diritti d’autore.
Di conseguenza tutte le fotografie che vengono pubblicate su internet sono già protette, senza che ci sia bisogno di specificarlo, a meno che l’autore non conceda i diritti di riproduzione o di sfruttamento.  Anche la dicitura “foto protetta dal diritto d’autore; vietata ogni riproduzione” è del tutto superflua: con o senza questo avviso, la legge tutela ugualmente il titolare e vieta la riproduzione.

In definitiva, la legge sul diritto d’autore protegge tutte le opere dal loro nascere; non serve nessuna registrazione o tutela presso una pubblica amministrazione.